AUTORIZZAZIONE PER L'INSTALLAZIONE E LA MODIFICA DI IMPIANTI RADIO ELETTRICI

Radiodiffusione sonora, televisiva e impianti per la telefonia mobile

 

Per impianti radioelettrici si intendono uno o più trasmettitori, nonché ricevitori e apparecchiature accessorie, necessari ad assicurare il servizio di radiodiffusione e di radiocomunicazione.
Sono compresi anche gli impianti per la telefonia mobile e per il servizio di radiodiffusione televisiva e radiofonica.

 

In particolare sono soggetti ai procedimenti autorizzatori, di cui agli articoli 87 e 88 del D.lgs. n. 259/2003, l’installazione e la modifica delle caratteristiche di emissione di torri, di tralicci, di impianti radio-trasmittenti, di ripetitori di servizi di comunicazione elettronica, di stazioni radio base per reti di comunicazione elettroniche mobili GSM/UMTS, per reti di diffusione, distribuzione e contribuzione dedicate alla televisione digitale terrestre, per reti a radiofrequenza dedicate all’emergenza sanitaria ed alla protezione civile, nonché per reti radio a larga banda punto-multipunto nelle bande di frequenza assegnate.

 

L’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA Umbria) accerta preventivamente la compatibilità del progetto con i limiti di esposizione, i valori di attenzione e gli obiettivi di qualità stabiliti in base alla L. 22.02.2001, n. 36 ed ai relativi provvedimenti di attuazione.

 

Al link nella colonna di destra è possibile scaricare gli atti di pianificazione in materia di impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radiodiffusione, inoltre è possibile accedere al catasto delle sorgenti elettromagnetiche redatto da ARPA Umbria.

Fasi del procedimento, cosa occorre fare

Il procedimento si avvia su istanza di soggetti esterni (proprietari e gestori) che intendono installare o modificare gli impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radiodiffusione.

Per impianti con potenza superiore a 20 W

Occorre presentare l’istanza di autorizzazione ai sensi del D.Lgs 259/03 e contestualmente ed a cura del richiedente, trasmettere all’ARPA copia della medesima documentazione, allegando la ricevuta dell’avvenuto invio.

L’istanza di autorizzazione è predisposta ai sensi del D.Lgs 259/03 – Codice delle Comunicazioni- Allegato 13 - Modello A

 

Per impianti con potenza inferiore a 20 W

Occorre presentare l’istanza di Segnalazione Certificata di Inizio Attività ai sensi del D.Lgs 259/03 e contestualmente ed a cura del richiedente, trasmettere all’ARPA copia della medesima documentazione, allegando la ricevuta dell’avvenuto invio.

L’istanza di autorizzazione è predisposta ai sensi del D.Lgs 259/03 – Codice delle Comunicazioni - Allegato 13 - Modello B

 

ATTENZIONE!!

Il rilascio dell’autorizzazione ai sensi del codice delle comunicazioni elettroniche è subordinato al parere ARPA e ove previsto all’Autorizzazione Paesaggistica rilasciata dalla competente Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria. 

Tempi

Per impianti con potenza superiore a 20 W, l’istruttoria si svolge in 90 giorni decorrenti dalla presentazione della domanda con il relativo progetto.  

Nel caso di richieste di integrazioni documentali formulate entro i 15gg dalla presentazione dell'Istanza, i termini si interrompono e i 90 giorni decorrono dalla presentazione dell'integrazione.

 

Per impianti con potenza inferiore a 20 W, l’attività può essere iniziata dalla data della presentazione della segnalazione (SCIA) stessa, salvo nei casi in cui sia previsto l’assenso o l’autorizzazione di altri enti interessati e il provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

La realizzazione delle opere, a pena di decadenza, dovrà avvenire entro 12 mesi dalla data del rilascio del provvedimento o dalla data di formazione del silenzio assenso.

La validità dell’autorizzazione è illimitata, salvo modifiche dell’impianto.

Oneri

Diritti di segreteria e di istruttoria

€ 200,00 (superiore a 20 W) e € 64,00 (inferiore a 20 W)

Versamento da effettuare sul c/c POSTALE n.14111066  intestato a: Comune di Perugia – Serv. Tesoreria  oppure bonifico bancario sul C/C IBAN:  lT07D0200803027000029502587 intestato a: Servizio Tesoreria Comunale di Perugia.

Indicare sulla causale del versamento: “diritti di segreteria e istruttoria istanza nome soggetto richiedente”.

Marche da bollo n. 2 di € 16.00 (n. 1 sull'istanza e n. 2 per il rilascio del provvedimento) 

Ufficio Competente

COMUNE DI PERUGIA

AREA RISORSE AMBIENTALI, SMART CITY ED INNOVAZIONE
Strada S.Lucia, 2 Pian di Massiano-Perugia
Referenti: P.Ceccarelli - A.Castellini 
Telefono 075 577 4370 - 075 577 3118
Responsabile del procedimento: Dott. Vincenzo Piro
e-mail: comune.perugia@postacert.umbria.it  
Apertura al pubblico: da Lunedì e Venerdì 10:00–13:00 e il Lunedì e il Mercoledì orario 15:00-17:00

Enti coinvolti

ARPA – Sezione territoriale di Perugia
Via Pievaiola 207/B-3 -  Loc. S.Sisto
06132 Perugia (Palazzina ex Uffici Nestlè)
Tel. 075/515961 Fax 075/51596399
e.mail: arpa@arpa.umbria.it
Indirizzo internet: http://www.arpa.umbria.it/

Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria

Ambito Operativo Territoriale 2 - Perugino - Assisano

Via Ulisse Rocchi, 71 - 06123 Perugia

Tel. 075.57411 - Fax 075.5728221

e.mail:sbeap-umb@beniculturali.it
Indirizzo internet: http://www.sbap-umbria.beniculturali.it

Casi di esclusione

Nel caso di modifiche delle caratteristiche degli impianti già provvisti di titolo abilitativo, che comportino aumenti delle altezze non superiori a 1 metro e aumenti della superficie di sagoma non superiori a 1,5 metri quadrati, è sufficiente un'autocertificazione descrittiva della variazione dimensionale e del rispetto dei limiti, dei valori e degli obiettivi di cui all'articolo 87, da inviare contestualmente all'attuazione dell'intervento.

Art. 87-ter  Variazioni non sostanziali degli impianti. (Decreto legislativo 1 agosto 2003, n.259)

Quadro normativo

Normativa nazionale

D.L. 01/08/2003, n. 259 Codice delle Comunicazioni Elettroniche.

Legge 22 febbraio 2001, n. 36"Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici"

Normativa regionale

L.R. 14-06-2002 n. 9 - "Tutela sanitaria e ambientale dall’esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici"

L.R. 23.12.2013, n. 31 - “Norme in materia di infrastrutture per le telecomunicazioni”

D.G.R. 2.03.2015, n. 228 - “Approvazione delle linee guida e criteri generali per lo sviluppo e la localizzazione degli impianti radioelettrici, previste dall’art. 3, c.1, lett. C) della L.R. n. 31/2013”;

D.G.R. 2.03.2015, n. 229 – “Approvazione delle linee guida, sostitutive del regolamento regionale di cui all’art. 5, c.1, lett. a), b), e c) della L.R. n. 9/2012, previste dall’art. 27, c. 7, della L.R. n. 31/2013

Normativa comunale:

Piano di settore, redatto ai sensi dell’articolo 144 del Testo Unico delle Norme di Attuazione del PRG, per la pianificazione degli impianti radioelettrici, di telefonia mobile e di radio diffusione - Delibera di C.C. n. 103 del 2004

FAQ - Domande Frequenti

Sono un cittadino che intende far verificare i valori del campo elettromagnetico immessi dall’impianto vicino alla mia abitazione, come posso fare?

elettromagnetico.jpgSu richiesta del cittadino il Comune di Perugia può chiedere all’ARPA Umbria di eseguire misure del campo elettromagnetico in ambienti abitativi. È necessario fornire le informazioni essenziali per una completa e corretta individuazione dell’impianto che causa il disturbo, (Sito interessato, indirizzo, generalità del richiedente..ecc) consegnando la richiesta al protocollo Comunale o inviandola tramite posta elettronica certificata all'indirizzo PEC: comune.perugia@postacert.umbria.it


A chi presenta l’esposto è richiesta piena disponibilità in tutte le fasi del procedimento amministrativo consentendo l’accesso alla propria abitazione per le rilevazioni elettromagnetiche da parte sia dei tecnici incaricati dalla parte disturbante sia dei tecnici di A.R.P.A. Umbria, concordando modalità e tempi.

Le indagini elettromagnetiche all'interno dell’abitazione disturbata sono indispensabili per poter stabilire se vengono effettivamente superati i limiti previsti dalla vigente normativa.

A chi rivolgersi per segnalazioni:

AREA RISORSE AMBIENTALI-SMART CITY E INNOVAZIONE
Strada Santa Lucia n. 2 - 06125  Perugia 

Tel. Uff. 075 577 4370; 3118 - fax  075 5774009

e-mail: comune.perugia@postacert.umbria.it

Apertura al pubblico

da Lunedì e Venerdì 10:00–13:00 e il Lunedì e Mercoledì orario 15:00-17:00

Sono un gestore interessato ad una nuova installazione ed ho individuato alcuni siti di mio interesse, come posso procedere?

Per prima cosa deve essere consultato e preso atto della documentazione presente nella pianificazione degli impianti elettromagnetici del Comune di Perugia, scaricabile dal link nella colonna di destra. Successivamente dovranno essere verificati tutti i vincoli presenti nell’area oggetto di intervento e verificata la proprietà della stessa. Poi, se l’area di interesse è di proprietà Comunale, potrà essere presentata una richiesta formale di ospitalità al Comune di Perugia e richiedere un parere preventivo.

Se il mio sito ricade in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico, come devo procedere?

Il rilascio dell’autorizzazione ai sensi del codice delle comunicazioni elettroniche è subordinato al parere ARPA e ove previsto all’Autorizzazione Paesaggistica rilasciata dalla competente Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria.

Pertanto l’istanza di autorizzazione paesaggistica andrà presentata allo sportello SUAPE del Comune di Perugia e l’istruttoria verrà effettuata dall’ufficio competente  (Area Governo e Sviluppo del Eerritorio - Autorizzazioni Paesaggistiche – tel 0755772461).

Devo attivare/modificare un impianto di debole potenza e di ridotte dimensioni, come posso fare?

Vi sono due procedure percorribili, una riguarda l'attivazione di impianti di debole potenza e di ridotte dimensioni, mentre l'altra riguarda le modifiche degli impianti senza alcuna variazione dell'impianto elettromagnetico. Normativa di riferimento - Art.35 comma 4 Legge n°111 del 15 Luglio 2011.

Nella colonna di destra è possibile scaricare una breve ed esaustiva guida, redatta da ARPA Umbria.